Ora e’ ufficiale. Ci e’ stato approvato lo speech al JavaOne 2008 (a San Francisco il 6 maggio) sui nuovi Binding Component JBI per il Semantic Web.

Sono componenti che partendo da metadati proprietari producono strutture standard semantiche (FOAF per le persone, DOAP per i progetti, etc.). Sono un punto chiave per integrare in architetture SOA, ed in particolare Enterprise, dati interni ed esterni anche in grossi volumi ed all’interno di processi applicativi esistenti.

Non possiamo ancora rivelare troppo di questi progetti ma maggio non e’ poi cosi’ lontano.

Questo progetto e’ il risultato dello sforzo congiunto di Imola Informatica e SensibleLogic, cioe’ tra la visione architetturale enterprise e la ricerca sulle tecnologie semantiche.

Grazie a Raffaele Spazzoli, Christian Morbidoni, Giovanni Tummarello e Michele Barbera per aver fornito idee e supporto per arrivare a questo risultato.