Sinergie azienda-università:“Block-Covid”

Nel 2020, in “La didattica che insegna” raccontavo l’esperienza che da qualche anno portiamo avanti in collaborazione con il corso di Ingegneria del software del prof. Vardanega all’Università di Padova. Un’occasione per permettere ai ragazzi di sperimentare in concreto ciò che studiano quotidianamente, in un percorso di progettazione complesso nel quale si trovano ad interloquire direttamente con un’azienda committente, con dei vincoli progettuali, con tecnologie mai praticate prima, con altri studenti con cui cooperare.
Le condizioni particolari di un anno accademico atipico, inevitabilmente condizionato dalla pandemia di COVID-19, ci avevano fatto temere uno stop, invece grazie alla buona volontà di tutti ragazzi siamo riusciti a lavorare assieme.

Quest’anno, per il capitolato, abbiamo scelto un argomento riguardante un caso d’uso reale, legato all’attualità e a una nostra necessità aziendale a cui, anche grazie alla collaborazione con i ragazzi, abbiamo cercato di dare una risposta concreta. Lo abbiamo denominato “Block-Covid”. L’ambito di implementazione del software riguardava l’obbligo, lato azienda, di assicurare pulizia giornaliera e sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago. Nello specifico, si sono presi in considerazione due casi di studio per individuare possibili risposte agli obblighi normativi:

  • Tracciamento immutabile e certificato delle presenze in tempo reale alle postazioni di lavoro di un laboratorio informatico, contrassegnate tramite dei tag RFID (le presenze alle postazioni non vengono gestite e tutte le postazioni vengono sanificate indistintamente a fine giornata)
  • Tracciamento immutabile e certificato della pulizia delle postazioni (sia effettuata da azienda specializzata, che fatta in autonomia da uno studente/dipendente tramite apposito kit di pulizia) che devono risultare non utilizzabili se non ancora igienizzate.

Il lavoro che i gruppi dovevano portare a termine riguardava il processo di implementazione dell’applicazione a 360 gradi, spaziando da temi di project management ed analisi ad altri più tecnici, come i test. Gli studenti si sono misurati con tematiche e tecnologie studiate in teoria o, a volte, nuove, dal GPS all’IoT, implementando la notarizzazione su blockchain (tema che in azienda approfondiamo da anni).

I ragazzi che hanno scelto di cimentarsi in questo progetto sono stati 21, suddivisi in tre gruppi. Tutti hanno dimostrato grande interesse e le applicazioni proposte sono risultate in linea con le richieste del docente, nonché con le aspettative di Imola Informatica.

Il gruppo DPCM 2077, al di là della realizzazione tecnica del lavoro, ha voluto presentare il progetto con un video molto efficace:

Il gruppo SWELEVEN, oltre ad aver presentato un lavoro completo, ha utilizzato la tecnologia GPS per rilevare l’allontanamento dalla sede ed avviare in modo automatico il liberamento della postazione e la relativa segnalazione.

Il gruppo SWEVEN SOFTWARE oltre a quanto richiesto ha voluto sviluppare un’interfaccia grafica che permette di risalire rapidamente alla transazione sulla blockchain, dimostrando l’autenticità della stessa ed il reale tracciamento dello stato della pulizia.

 

 

Anche quest’anno la sinergia azienda-università ha dimostrato come occasioni di apprendimento e lavoro di gruppo in contesti reali stimolino gli studenti a elaborare soluzioni innovative ed interessanti, dando loro l’opportunità di misurarsi con sé stessi, con gli altri e di avvicinarsi ai contesti aziendali.

Come Imola Informatica vogliamo ringraziare il prof. Tullio Vardanega e i ragazzi del suo corso per il percorso fatto assieme in questo anno accademico 2020/21.

GRUPPO DPCM 2077

  • Antonio Badan
  • Damiano Bertoldo
  • Daniele Spigolon
  • Ivan Piacere
  • Matteo Budai
  • Samuele De Grandi
  • Sara Privitera

GRUPPO SWELEVEN

  • Abdelwahad Kandoul
  • Alessio Trevisan
  • Andrea de Tomasi
  • Filippo Pinton
  • Edoardo Caregnato
  • Elvis Murtezan
  • Giovanni Grigoletto

GRUPPO SWEVEN SOFTWARE

  • Alberto Guarnieri
  • Antonio Osele
  • Dardan Kokollari
  • Francesco Pecile
  • Luca Modica
  • Luca Zaninotto
  • Michele Motterle

 

Curioso, critico, osservatore delle persone e delle cose. Laureato in Sociologia e ricerca sociale, mi occupo da anni di comunicazione per lavoro e per passione. Mi piace pensare di aiutare le persone e l’azienda a raccontare se stesse Nel tempo libero mi occupo di associazionismo, leggo e sono un appassionato di pallavolo.